”Vampirus” by Scott Westerfeld

Finalmente mi sono decisa a scrivere di questo libro, Vampirus. Di che cosa potrà mai parlare? Mmm… chissà! Forse di vampiri?! Risposta esatta! (Difficile da indovinare, vero?) Quindi potrete pensare “ancora vampiri?”, ebbene sì! Ma il come sono descritti, a mio parere, è una genialata. Non sono creature che luccicano o che bruciano al sole, sono illustrati come persone, diciamo, malate (con una forza un po’ sovrannaturale e sensi maggiormente sviluppati) a causa di un parassita che non si trasmette tramite morsi ma attraverso baci e l’atto sessuale. Furbo il parassita, no? Una fame sessuale che non si ferma mai, ciò che prova costantemente il protagonista, Cal, che, però, è un portatore sano. Che dire del mito riguardo al fatto che i vampiri abbiano paura delle croci? C’è una spiegazione anche per questo: effetto anatema.

Pare che sia facile trasformare l’amore in odio. Il termine per questo processo è ”effetto anatema”.

L’effetto anatema è quel meccanismo per cui una cosa tanto amata diventa odiata una volta contagiati dal parassita. Quindi se si era tanto religiosi, si temeranno le croci, ma ciò accade anche per un grande amore nei confronti di Elvis Presley, ecc.

Il libro è suddiviso in un’alternanza di capitoli in cui si parla propriamente delle storia e quelli in cui si parla in ognuno di un parassita diverso, in modo semplice e divertente, tra l’altro mostrando come ciascun parassita, a suo modo, sia furbo.

La scrittura è molto fluida, scorrevole ed ironica – di certo non è noioso.

Studiando biologia, consideravo il ”libero arbitrio” un insieme di sostanze chimiche nel cervello che ti dicono cosa fare, con le molecole che rimbalzano in modo da indurti a pensare che sia una tua scelta quando invece è la danza di piccoli motori: neuroni e ormoni in ebollizione che fabbricano decisioni. Non siamo noi che usiamo il nostro corpo; è lui che usa noi.

Ve lo consiglio 😉

Laura

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...